AIA: ecco gli arbitri promossi alle categorie superiori

Non si è ancora spento l’eco dei festeggiamenti, di venerdì scorso a Ronciglione per la fine della stagione sportiva, che la sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri comunica un’altra bellissima notizia.
il Comitato Nazionale dell’Aia ha approvato l’elenco degli arbitri promossi alle categorie superiori.
Uno splendido poker: Alessandro Chindemi è stato promosso dalla serie D alla Can Pro; mentre in serie D approdano contemporaneamente Matteo Centi, Claudio Petrella e Gian Luca Sili. Se a questa notizia si aggiunge la conferma dell’assistente arbitrale Davide Argentieri in Can Pro e quella di Angelo Ricci quale arbitro nazionale di calcio a 5, abbiamo la classica ciliegina sulla torta.

“È un traguardo storico – dichiara il presidente della sezione Aia di Viterbo, Luigi Gasbarri – in 74 anni di storia della nostra sezione non c’erano mai state quattro promozioni in contemporanea. Questo ci ripaga degli sforzi compiuti e la bella notizia sarà da stimolo per i colleghi più giovani. Ringrazio –Umberto Carbonari, componente del comitato nazionale dell’Aia è sempre vicino alla sezione di Viterbo.”

Alessandro Chindemi è di Viterbo, ha frequentato il corso per diventare arbitro nel 2000, in serie D ha trascorso tre anni e quest’anno è giunta la promozione in Can Pro dove i fischietti dirigono le partite di 1^ e 2^ divisione e del campionato Primavera. “Ho iniziato per gioco – dice Chindemi – mai avrei immaginato di arrivare a questi livelli. Questa promozione mi carica di ulteriori responsabilità verso la sezione, ma allo stesso tempo è uno stimolo per ricambiare la fiducia che i dirigenti dell’Aia hanno avuto verso di me.”

Matteo Centi, è originario di Castel Cellesi e ha frequentato il corso arbitri nel 2007. Nel 2014 ha arbitrato la finale di Coppa Italia Promozione ed è entrato nell’organico della commissione arbitri interregionali. Ieri è arrivata la promozione in serie D. “Nonostante un infortunio – dichiara Centi – ho lottato per raggiungere questo obiettivo e ho fatto un finale di campionato in crescendo. La soddisfazione è grande. Voglio ricordare lo scomparso osservatore arbitrale Giuseppe Ioncoli che mi risollevò il morale dopo una pessima prestazione incoraggiandomi a non mollare mai. E così ho fatto.”

Gian Luca Sili è di Tuscania ed è arbitro dal 2008. “Dopo due anni alla Commissione arbitri interregionali – dichiara Sili – è arrivata questa promozione in serie D. Sono contentissimo, è un obiettivo che ho raggiunto con sacrificio e passione, con una stagione sportiva trascorsa in giro per gli stadi d’Italia.”

Claudio Petrella è di Viterbo e arbitra dal 2008. “Sono strafelice – dice Petrella – questi due anni alla Cai mi hanno consentito di accumulare esperienza e di affinare il mio modo di arbitrare. Cercherò di fare sempre meglio e di non deludere le aspettative dei dirigenti del nostro sodalizio.”

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI