Ai Giorni delle Rose le bellezze botaniche del Viterbese

giorni delle rose

Le bellezze botaniche del Viterbese dal 29 maggio, a domenica 31 nella manifestazione I giorni delle rose, organizzata dai Garden Club di Perugia e Terni in collaborazione con la Provincia di Perugia, a Villa Fidelia, Spello.

Un evento che lo scorso anno ha accolto 20mila visitatori, in uno scenario ricco di fascino e di storia, in cui si rende omaggio alla rosa non solo come regina dei fiori ma come protagonista nell’arte, nell’artigianato e nella cultura, perché “La Rosa non è solo un fiore ma un oggetto d’arte”.

Tanti gli eventi collaterali in programma, sul tema La rosa e il vino, che si riallaccia all’uso dei Romani di profumare con petali di rose il nettare d’uva.

Promotuscia ha allestito uno stand dove il docente Antonio Pacifico, responsabile del Master in “Curatore di Parchi, Giardini e Orti Botanici” all’Università della Tuscia, illustrerà e rappresenterà le bellezze botaniche del Viterbese. La promozione turistica mirata in questa occasione prevede la presentazione di pacchetti destinati alla conoscenza delle dimore storiche del territorio, Castello Costaguti a Roccalvecce, Villa Lina a Ronciglione, Castello Ruspoli a Vignanello e il Castello di Proceno, al Roseto Michelini, e l’accoglienza verso il mare, con il Gruppo Eusepi, o dedicata alle terme, all’Hotel Salus.

Verde, storia, profumi, serenità: tutte possibilità offerte dalla Tuscia, che sarà presentata nel doppio itinerario delle Famiglie Nobili quello dedicato all’Arte, dall’Etrusca alla contemporanea, nel filo conduttore che lega le tombe dipinte di Tarquinia al Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint de Phalle, passando per Bomarzo, sua fonte di ispirazione rinascimentale.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI