Ad Acquapendente torna la tradizionale festa dei Pugnaloni

pugnaloni

Manca ormai poco all’edizione 2015 della festa dei Pugnaloni di Acquapendente, i tradizionali e artistici mosaici di fiori e foglie che ogni anno si realizzano in occasione della festa della Madonna del Fiore la terza domenica di maggio. L’appuntamento è per sabato 16 e domenica 17 maggio in Piazza Girolamo Fabrizio ad Acquapendente.

Si tratta di una delle più antiche celebrazioni folkloristiche della Tuscia. Risale al 1166 e si rifà ad una leggenda popolare locale. Durante il dominio di Federico Barbarossa, due contadini avrebbero assistito ad un miracolo, la fioritura di un ciliegio secco: andarono a riferire del miracolo agli altri paesani, che considerarono l’evento un buon auspicio e insorsero, armati di pungoli e attrezzi da lavoro, cacciando il sovrano e distruggendone il castello. La festa celebra dunque la libertà riconquistata e vuole essere un ringraziamento alla figura cattolica della Madonna.

I Pugnaloni sono mosaici realizzati con fiori e foglie, composti su pannelli in legno. Le foglie vengono tagliate ad arte ed incollate sul pannello, su di esse vengono poi applicati i fiori. Le opere vengono realizzate da diversi gruppi storici del paese ed ogni anno vi è una competizione che assegna un premio al migliore. Vengono esposti nel centro storico di Acquapendente durante i due giorni di festa per poi essere portati in processione la l’ultima sera ed essere premiati nella piazza del paese.

Durante le due giornate di esposizione saranno promossi diversi eventi religiosi, spettacoli di rievocazione medievale, sfilate, giochi e letture.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI