Acqua non potabile in metà quartieri di Viterbo

Il terremoto di domenica mattina è la causa di questa emergenza idrica, la terra, a quanto sembra, ha invaso la falda acquifera e non si sa di preciso quando sarà risolto il problema.Dai rubinetti di buona parte dei quartieri viterbesi sgorga un liquido torbido e inutilizzabile. Non si sa di preciso quando il problema verrà risolto da Talete. Le zone più colpite sono i quartieri Santa Barbara, Cappuccini e Ellera, quelle inclusi nella mappa a cui stato fatto divieto dell’uso dell’acqua nell’ordinanza emessa dal sindaco Michelini nella mattinata di lunedì 31 ottobre .Le zone sono quelle di: Respoglio, La Quercia, viale Trieste, quartiere Paradiso, Ellera, quartiere Santa Lucia, quartiere Santa Barbara, strada Teverina da viale Trieste al centro geriatrico Giovanni XXIII’. (Nella foto: l’acqua scura dai rubinetti di zona Paradiso a Viterbo)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI