A Viterbo attivi oltre 150mila Libretti di Risparmio

Il Libretto di Risparmio si conferma ancora oggi un approdo sicuro e garantito dallo Stato per i cittadini che desiderano mettere a frutto i loro risparmi.

In provincia di Viterbo, in particolare, i Libretti di Risparmio continuano ad essere considerati dai cittadini il posto più sicuro nel quale custodire il proprio denaro.

 

In tutta la provincia, infatti, fino al 30 aprile risultano aperti in totale circa 150 mila Libretti di Risparmio, di cui circa 2.000 sottoscritti solamente nei primi 4 mesi del 2017.

Considerando che in tutta la provincia di Viterbo ci sono circa 320 mila abitanti, si può affermare che sono attivi 46 Libretti di Risparmio ogni 100 abitanti, dato che pone la provincia di Viterbo, in un’ipotetica classifica del tasso di diffusione dei prodotti di risparmio di Poste Italiane nella popolazione, davanti a Roma, che si ferma a 45 su 100.

Sempre nello stesso arco di tempo, sui 150 mila Libretti, sono state invece oltre 200 mila le operazioni di prelevamento o versamento effettuate.

Inoltre, su un totale di circa 33 mila pensioni messe in pagamento ogni mese in tutti gli uffici postali della provincia di Viterbo, circa il 63% (21 mila) vengono accreditate direttamente su un Libretto di Risparmio Postale.

 

Proprio la forte diffusione degli accrediti delle pensioni, ha contribuito alla notevole estensione dell’utilizzo della “moneta elettronica” nelle operazioni di pagamento e prelevamento di contante.

I titolari di Libretto di Risparmio Postale hanno, ad esempio, la possibilità di associare, gratuitamente, il Libretto alla “Carta Libretto Postale”, uno strumento elettronico che permette di prelevare denaro contante fino a 600 euro al giorno presso tutti gli sportelli ATM Postamat del territorio nazionale, oppure direttamente all’interno degli uffici postali senza limiti di importo e senza la necessità di compilare alcun modulo.

 

Anche in questo caso i numeri confermano il crescente apprezzamento dei cittadini della provincia verso lo strumento messo a disposizione da Poste Italiane.

Sempre al 30 aprile, sono ben 50 mila le “Carta Libretto Postale” attivate, il 6% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Solamente nel primo quadrimestre del 2017 sono state emesse 2 mila “Carta Libretto Postale”.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI