A rischio la 50a stagione estiva al Teatro Romano di Ferento

“Quest”anno cadrebbe il cinquantesimo anniversario della rassegna estiva al teatro romano di Ferento tale l’evento dovrebbe segnare la data dei festegiamenti, ma ad oggi la situazione è in completo stallo..e, benchè sia stato allestito il cartellone, la manifestazione al momento non potrà svolgersi”. Lo ha affermato con grande amarezza Patrizia Natale, presidente del Consorzio Teatro Tuscia, che, ormai da tredici anni, organizza la Stagione presso l’antico sito distante pochi chilometri da Viterbo.nel corso della conferenza stampa tenuta stamattina e alla quale, per solidarietà, era presente il Presidente del Consorzo Biblioteche di Viterbo, Paolo Pelliccia.Le motivazioni: BANDO REGIONALE IN RITARDO E COMUNE A CORTO DI FONDI
“Il bando regionale della legge 32, per le attività ricorrenti – ha precisato Patrizia Natale, che è il direttore artistico dell’evento – non è stato ancora indetto e comunque non lo sarà prima della metà di luglio, sempre se tutto va bene in Regione, decisamente fuori tempo e il comune di Viterbo dal canto suo non ha disponibilità economica neppure per sostenere i costi del mero allestimento. Questo mette a rischio la realizzazione della manifestazione, nonostante il Consorzio Teatro Tuscia sia disponibile a coprire i costi degli spettacoli. Il cartellone della Stagione è stato approntato e proposto all’assessorato competente, ma per via della mancanza di fondi da parte del Comune di Viterbo non è possibile dargli seguito. Il programma comprendeva, tra l’altro, “Memorie di Adriano” con pr otagonista Giorgio Albertazzi; Barbara De Rossi in “Medea”; Tato Russo nei “Menecmi”; Ivana Monti e Paola Quattrini in “Arsenico e vecchi merletti”; Teresa Mannino in “Sono nata il 23″; una serata con Maurizio Battista e un gala di danza con etoiles internazionali per un tributo a Nureyev”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI