A Beni culturali diagnostica sul probabile affresco di Raffaello

Agli esperti della facoltà di Beni culturali dell’Università della Tuscia, l’incarico dell’indagine diagnostica sui materiali dell’affresco scoperto a Civitavecchia, presumibilmente del Raffaello,ritenuto una replica della “Stanza di Eliodoro”
Il tratto del disegno è verosimile ad opera di una mano esperta e contemporanea, forse quella dell’incisore Ugo da Carpi, che lavorò a Roma nella bottega di Raffaello. Con il restauro e la pulitura, la storia del dipinto si fa intrigante. Ricordiamo che l’opera è venuta alla luce casualmente , quarant’anni fa, nella camera da letto di un sorpreso carabiniere

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI