Unitus, da Mozart a Chopin con la pianista Svetlana Pekarskay

pianoforte

Continua la stagione concertistica dell’Università della Tuscia. Appuntamento sabato 25 ottobre con la pianista russa Svetlana Pekarskaya, vincitrice di significativi concorsi internazionali, che proporrà un programma dedicato a lavori di grandi compositori, da D. Scarlatti a Mozart, da Beethoven a Chopin.

Nata da musicisti russi, sin da piccola Svetlana Pekarskaya fu avviata allo studio del pianoforte dalla madre. All’età di 6 anni fu scelta dalla famosa didatta russa Artobolevskaya con il fine di frequentare la Scuola Centrale di Mosca, riservata ai bambini particolarmente dotati. Successivamente proseguì gli studi sotto la guida di R. Levinson, (“Artista di merito” delle Repubbliche Sovietiche ed allieva di Ginsburg), e della figlia di L. Levinson, discendente a sua volta da Neuhaus. Il suo percorso di studi si concluse presso l’Accademia di Musica di Gerusalemme, sotto la guida di I. Katz, fondamentale per formazione artistica, umana e professionale. A soli 16 anni vinse una prestigiosa Borsa di Studio quale migliore studente dell’anno, e poco dopo vinse il primo premio assoluto a un concorso nazionale sovietico per la migliore interpretazione del 1° Concerto per Pianoforte e Orchestra di Tchaikovsky, avendo poi la possibilità di eseguirlo con la Voronesh Philarmonic Orchestra.

Trasferitasi in Israele vinse il primo premio al concorso nazionale della Accademia di Gerusalemme e una borsa di studio dell’American Cultural Foundation, creata da Isaac Stern, che le permise di recarsi negli Stati Uniti per seguire un corso di perfezionamento presso la Longy School of Music di Cambridge e, successivamente, presso il Boston Conservatory, dove fu scelta come unico “Artist Diploma” dell’ultimo decennio. Si dedicò anche agli studi di musica da camera con R. Totenberg (uno degli ultimi discepoli di G. Enescu e C. Flesh) presso la Boston University. Dal 1996 risiede a L’Aquila. 

Svetlana Pekarskaya, una grande artista, compare da solista in diverse formazioni cameristiche ed in duo con il violinista Antonio Anselmi (spalla dei Musici di Roma) e con Marian Radu, in alcune delle più importanti sale da concerto in Russia, Israele, Stati Uniti ed Europa. Inoltre, per alcuni anni, fu assistente didattica di L. Levinson presso l’Istituto Musicale Dargomyshsky in Russia e docente presso la Boston College in America.

La pianista russa proporrà un programma quanto mai interessante e suggestivo dedicato a lavori di grandi compositori quali:

Scarlatti, Sonata in mi maggiore e in re minore.

Mozart, Romanza in la bemolle K 205.

Mozart, Adagio in si minore KV 540.

Mozart, Rondo in re maggiore KV 485.

Beethoven, Rondo a Capriccio in sol maggiore Op. 129.

Chopin, Rondo do minore Op. 1.

Chopin, Berceuse Op. 57.

Chopin, Polacca-Fantasia Op. 61.

Biglietti: 9,00€ridotto  4,00€ (Personale docente non docente delleUniversità. studenti delle Università, dei Conservatori delle Scuole secondarie)

La biglietteria è aperta dalle ore 16.

L’accesso è da ViaSabotino 20 (ampioparcheggiointerno)

Info:FrancescoDellaRosa.Tel.0761.357.937;348.793.1782.E-mail: delrosa@unitus.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI