Confini e Diversità al Colasanti. L’Amor cortese con Rempiccia

confini e diversita

È tornato il ciclo di conferenze promosse dall’Istituto Giuseppe Colasanti di Civita Castellana. Dopo i primi due incontri di febbraio, il primo appuntamento del mese di marzo è per giovedì 17 con Variazioni di fin’amor con “Io ti ho creata perché ti ho vista”.

I diversi aspetti e l’evoluzione dell’ideale dell’amor cortese, o appunto fin’amor,  nella poesia medievale partendo dai trovatori fino ad arrivare al Dolce Stil Novo, sarà al centro del dibattito tenuto da Marina Rempiccia.

 La rassegna, quest’anno basata sulla tematica Confini e Diversità, è stata voluta fortemente dal preside dell’Istituto, il professor Massimo Giuseppe Bonelli, per far avvicinare i ragazzi e non solo a tematiche culturali attraverso dibattiti aperti, e vede l’alternarsi fino a maggio di una serie di incontri dedicati a diversi argomenti culturali.

Giovedì 31 marzo si parlerà di Oriente e di Occidente, con Valentina Chioccia e il suo “Occidente vs Oriente: l’altro nella Gerusalemme Liberata”, e Laura Pace Bonelli con “…e dall’Oriente testimonianze indelebili della modernità dell’antico: l’altra faccia della Siria”.

Gli appuntamenti di marzo si terranno alle 17 presso le Ex Carcerette di Civita Castellana in via Vinciolino 7.

Ad aprile sono in programma quattro appuntamenti:

giovedì 7 aprile Letizia Mariotti parlerà di “Nos et alir: il mondo classico e l’identità culturale a confronto”;

giovedì 14 aprile Maria Grazia di Marco parlerà di “La dimensione dell’altro…apertura all’Altro”;

giovedì 21 aprile interverranno Chiara Pasquini con “Identità e alterità: tematiche del riconoscimento da Hegel a Honneth”, e Carla Francellini con “Marylin e le nuvole”;

giovedì 28 aprile Giuseppina Pastorelli parlerà di “Solo io segnato da un confine. L’alterità come replicazione di sé ne La Divina Mimesis di Pasolini”.

A chiudere il ciclo giovedì 5 maggio sarà Luciano Pasquali con “La leggenda dello straniero/Dio e la prova dell’ospitalità: la theoscena nelle Metamorfosi e nei Fasti di Ovidio”.

Gli appuntamenti di aprile e maggio si terranno alle 17 presso la Curia Vescovile di Civita Castellana in piazza Giacomo Matteotti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI