La Viterbese spreca tutto e pareggia a Budoni

Budoni (4-4-2): Picco, Deiana, Meloni, Balzano, Farris, Tricoli, Mbaye, Segato, Giglio, Paganelli, Sanna (dal 1′ s.t. Caggiu). In panchina: Sarao, Mastio, Foddi, Derosa, Santoro, Salvini, Murgia, Zela.
Allenatore: Giuseppe Bacciu.
Viterbese (4-3-1-2): Pini; Pacciardi, Pomante, Scardala, Pandolfi; Boldrini, Selvatico, Ansini (dal 1′s.t. Perocchi); Belcastro (dal 24′ s.t. Invernizzi); Bernardo (dal 38′ s.t. De Sena), Neglia. In panchina: Mastropietro, Addessi, Dierna, Nuvoli, Cuffa, Babacar. Allenatore: Federico Nofri.
Arbitro: Michele Somma di Castellammare di Stabia.

La 21ma giornata del campionato di serie D per la Viterbese si apre sul campo di Budoni, un’avversaria accessibile sulla carta ma ostica sul proprio campo, dove oggi cercherà di mietere punti per tenersi lontana dai bassi fondi della classifica. Gli ospiti invece si presentano a questa sfida dal primo posto della graduatoria e l’obiettivo del match è quello di conquistare i tre punti in palio per mantenersi al vertice del girone G.
La partita inizia e la Viterbese spinge subito il piede sull’acceleratore, tanto che al 9° minuto Neglia riesce a centrare lo specchio della porta avversaria, ma il goal viene annullato per fuorigioco. Il Budoni resta guardingo sulla difensiva, mentre i gialloblù costruiscono azioni pericolose in attacco e con Boldrini centrano persino un palo. Al 20° minuto Pomante regala palla agli avversari, che riescono a procurarsi un corner, chiamando agli straordinari Pini, che blocca sicuro la sfera.
La Viterbese continua a gestire il possesso di palla, cercando di sbloccare un pareggio che le va indubbiamente stretto. Al 36° minuto Belcastro viene atterrato in area di rigore e l’arbitro assegna la massima punizione dal dischetto, ma lo stesso giocatore gialloblù spedisce la palla fuori, alla destra del portiere. I padroni di casa provano a salire, ma la manovra è troppo articolata e la difesa laziale intuisce tutto e non si lascia sorprendere. Il primo tempo si chiude con la Viterbese in attacco, capace di impostare un buon gioco ma non di sbloccare il risultato, nonostante le numerose occasioni.
Alla ripresa il Budoni sembra prendere coraggio e impegna Pini in più circostanze, ma il portiere gialloblù si fa sempre trovare pronto. La difesa della Viterbese sembra controllare senza troppi affanni le incursioni della formazione sarda, ma non riesce a portarsi in vantaggio, complice la straordinaria prestazione del portiere biancoceleste. Durante il corso del secondo tempo, gli ospiti perdono un po’ di mordente, mentre i padroni di casa si adagiano su un pareggio, che fa parecchio comodo in ottica salvezza. La Viterbese invece deve accontentarsi di un misero punto per la classifica e con 43 punti scivola al secondo posto, sopravanzata dal Grosseto che oggi ha battuto l’Astrea per 4-2 ed è lievitata a quota 44. Un risultato su cui il team allenato da mister Nofri dovrà riflettere in prospettiva della prossima delicata sfida in casa contro la Torres, che ha appena asfaltato il Muravera per 8 a 0 e in graduatoria è a soli 3 punti dalla Viterbese.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI