Befana bussa alla Casa d’Accoglienza Sacra Famiglia

befana

La Befana, per brutta che la si vuol dipingere, strappa sempre un sorriso ai più piccoli. E’ accaduto ancora e la magia è decisamente più bella se i sorrisi sono quelli dei bambini della Casa d’accoglienza Sacra Famiglia.

Una festicciola semplice ma graditissima, con l’arrivo della “vecchina” accolta da suor Maria Zeffiro e delle sorelle dell’istituto, insieme alle ragazze che le aiutano. L’idea di pensare a loro, ai bambini meno fortunati, è venuta ai titolari del Centro Polispecialistico Giovanni Paolo I di via Garbini, accolta poi dal free-lance Sario Ricci e dalle sue bambine, conduttrici del programma Lu-giò di Radio Verde.

La Befana, che per nulla ha intimorito i piccoli, ha consegnato una calza ciascuno e ha poi portato, attraverso le mani delle due piccole speakers, anche una busta contenente buoni spesa dell’IperConad, utilissimi per le esigenze del centro d’accoglienza. Non basta: Ludovica e Giorgia, per aggiungere un gesto personale, hanno acquistato una serie di marmellatine e biscotti monodose per le colazioni dei loro nuovi amici del centro.

Una vera festa per tutti e mentre le risate dei piccoli riempivano la sala, felici di conoscere il contenuto delle calze, suor Maria in disparte raccontava le difficoltà di ogni giorno.

La casa di accoglienza Sacra Famiglia è una sorta di oasi d’aiuto per le famiglie in difficoltà del Carmine, e non solo. Agli otto bambini residenti si aggiungono ogni pomeriggio un’altra ventina, che giocano e si fanno aiutare per i compiti di scuola, mentre all’imbrunire, quando i genitori tornano a prenderli, inizia la consegna dei pacchi alimentari delle tante famiglie che non ce la fanno a tirare avanti e che le suore aiutano in ogni modo.

La Befana è stata quindi un momento di festa, un gesto compiuto per aiutare, ma ogni cuore dovrebbe aprirsi e sapere che nella propria città esistono purtroppo famiglie in difficoltà. Il gesto del Centro Polispecialistico Giovanni Paolo I, associato alle Lu-Giò di Radio Verde, oltre a donare un sorriso permette di accendere una luce sull’impegno di queste suore, sempre disposte ad aiutare chi bussa alla loro porta. 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI