Valle Faul, il futuro dipende anche da noi

camper

C’è un nuovo punto di accoglienza all’ingresso della Città dei Papi: Valle Faul. Una Valle che dopo più di un anno di lavori e migliaia di euro investiti, è diventata un bel salotto tra verde e architettura, dove accogliere i turisti e dove dare giusta dignità di residenza ai cittadini viterbesi. Da quando i lavori sono ormai quasi ultimati incontri persone a passeggio che commentano positivamente il lavoro svolto, al di là delle polemiche di ordine politico, tra le diverse amministrazioni.

E’ un bel vedere, così come è un bel passeggiare. Allora viene da chiedersi: possibile che ad appena pochi giorni dalla messa a dimora di arbusti che costituiranno siepi e barriere verdi tra un parcheggio e un altro, la distesa dei camper debba, in modo non curante, parcheggiare su quelle povere piantine?

Possibile che non si possano avere spazi per tutti, ma nel rispetto di tutti e soprattutto di quella cosa pubblica di cui dovremmo essere tutti attenti custodi?

[pp_gallery gallery_id=”40900″ width=”600″ height=”550″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI